Testimonianze

Risposte ad una intervista virtuale ad un gruppo di persone scelte fra i soci SOCREM a cui porre la domanda:
perché hai scelto la cremazione?

Ecco i possibili racconti.

 

Ho scelto la cremazione perché voglio lasciare le ceneri a mia moglie che le custodirà in casa nostra. L’accordo è reciproco. Consideriamo questo gesto come il nostro ultimo atto d’amore e come tangibile ricordo del defunto. [n.d.r. vale la pena di ricordare che in Italia chiunque distrugga o sopprima le ceneri o vi rechi ingiuria è punito secondo il Codice Penale con la reclusione e con una multa pecuniaria].
Luigi, commerciante in pellami

 

L’adesione alla SOCREM mi garantisce che le mie volontà vengano rispettate. Sono vedovo, non ho figli e nessun parente che possa farsi carico dei miei desideri.
Impiegato bancario

 

Tutta la nostra famiglia intende cremarsi per un fatto di igiene e di rispetto per la natura. I cimiteri sono strapieni e sottrarre altro terreno all’uso per cui è stato creato ci sembra un controsenso.
Genitori e due figli

 


 Personaggi famosi che l'hanno scelta

testimoni-mike

Mike Bongiorno
(1924 – 2009)

 

Rita Levi-Montalcini
(1909 – 2012)

testimoni-ritaLM

Nota: Le foto riportate non hanno rispondenza con il testo; ricordano personaggi famosi “testimonial” della cremazione.


 

L’atteggiamento della Chiesa sulla cremazione è stato vario nella storia a seconda delle motivazioni che portavano alla cremazione. Sono un sacerdote e aderisco alla cremazione perché la condanna della Chiesa verso questa pratica [n.d.r. che risale al 1886 in quanto la cremazione era stata assunta dalla massoneria come manifestazione di ateismo] è ormai stata revocata nel 1963 [n.d.r. Congregazione per la dottrina della fede] con l’esplicita autorizzazione alla sepoltura ecclesiastica dei fedeli che hanno scelto tale pratica. La pratica della cremazione - con motivazione cristiana - non è, quindi, rito contrario alla religione.
Don Giovanni

 

Ho scalato montagne per tutta una vita. Alla mia morte voglio lasciare ai monti le mie ceneri. Ho indicato il luogo dove disperderle. La presenza dei miei familiari sarà gradita.
Enrico

 

Con mia moglie ho acquistato un loculo nel cinerario del Cimitero Maggiore di Lodi dove deporre l’urna con le nostre ceneri. Ci sembra una forma di rispetto verso i nostri due figli che vivono in Australia e che non avrebbero modo di accudire alle nostre tombe. Se sarà permesso vorremmo che le nostre urne venissero trasferire da loro.
Coniugi G.

 

Non sopporto l’idea di andare sotto terra. Ho saputo della possibilità di essere cremato e mi sono iscritto alla SOCREM di Lodi, così cureranno loro le mie volontà.
Meccanico elettrauto

 

Sono oltre vent’anni che sono iscritta alla SOCREM e spero che il giorno della mia cremazione sia ancora molto lontano. Anche mio marito ha deciso per la cremazione.
Insegnante di matematica

 

Ho trent’anni ed ho già espresso la mia volontà per la cremazione. Gli amici, con chiari gesti scaramantici, mi hanno deriso. E’ stata la morte improvvisa di un caro amico d’infanzia a farmi riflettere che non è mai troppo presto per aderire alla SOCREM.
Cameriere

 


 Personaggi famosi che l'hanno scelta

testimoni-villa

Claudio Villa
(1926 – 1987)

 

Enzo Tortora
(1928 – 1988)

testimoni-tortora

Nota: Le foto riportate non hanno rispondenza con il testo; ricordano personaggi famosi “testimonial” della cremazione.


Ho sempre pensato di far disperdere le mie ceneri e che per far ciò ci volesse un testamento autenticato dal Notaio. La noia di iniziare tale pratica ed il relativo costo mi hanno sempre frenato. Interpellando la SOCREM ho accertato che loro possono svolgere la stessa funzione del Notaio con meno burocrazia ed a costo sostenibile. Questa la ragione per cui mi sono iscritta alla loro Associazione ed ho espresso il desiderio della dispersione delle ceneri.
Segretaria di direzione

 

Il mio lavoro mi porta spesso a lunghi viaggi tanto in Italia quanto all’estero. Ho scelto l’iscrizione alla SOCREM perché loro possono seguire la pratica di trasporto delle ceneri in caso di mio decesso in qualunque parte del mondo avvenga. Il mio desiderio è di riposare con i mei cari nel Cinerario presso il Cimitero Maggiore di Lodi.
Marketing Mgr.

 

Anche la morte ha un costo! La cremazione e il deposito delle ceneri nelle urne nel Cinerario hanno un costo (iniziale e di manutenzione) decisamente inferiore rispetto a quello di un monumento “in terra”. La mia scelta della cremazione non è stata decisa sulla base del “puro costo”, ma avendo una famiglia numerosa - confesso - ha avuto un suo ruolo.
Giorgio, di origini liguri

 

I miei genitori sono stati cremati nel crematoio di Gorini a Riolo ed io farò altrettanto. Per me questa è una valida ragione di scelta.
Lodigiano DOC

 

Rispetto della dignità umana e volontà di sottrarre il proprio corpo alla decomposizione, rispetto del dolore dei parenti, rispetto della volontà della persona e rispetto per l’ambiente. Queste sono state le mie personali motivazioni alla cremazione. Su questa base ho convinto anche i miei familiari.
Anonimo

 

Vedo quotidianamente cerimonie come quelle dell'inumazione e preferisco scegliere per me un futuro diverso. Per questo ho optato, per me e i miei familiari, per la cremazione.
Un necroforo

 


 Personaggi famosi che l'hanno scelta

testimoni-versace

Gianni Versace
(1946 – 1997)

 

Luigi Pirandello
(1867 – 1936)

testimoni-pirandello

Nota: Le foto riportate non hanno rispondenza con il testo; ricordano personaggi famosi “testimonial” della cremazione.


Ho vissuto la riesumazione di un parente, con la complicanza di dover ripetere in futuro l'esperienza perché la salma non era ancora 'pronta'. E’ stata una brutta esperienza, perché mi ha ributtata indietro con la mente al tempo del decesso. E’ stato questo l’elemento “scatenante” che mi ha indotto ad iscrivermi alla SOCREM.
Una Assistente Sociale

 

Mi era stato detto che chi si fa cremare non può fare il funerale in Chiesa. Poi un sacerdote mi ha garantito che ciò non è vero. Il rito funebre si compie davanti al corpo del defunto, prima della sua cremazione in quanto non è previsto dalla liturgia della Chiesa un funerale alla presenza delle ceneri racchiuse in un’urna [n.d.r. tranne in specialissimi casi autorizzati, come una morte lontana dalla patria, con una cremazione eseguita prima di riportare ai parenti i resti del defunto].
Una casalinga

 

Ho paura di un risveglio in una bara sigillata e sotto due metri di terra, per cui ho scelto la cremazione.
Sarta