Normativa

La potestà legislativa in materia di cremazione è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall'ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali.

Le fonti normative sono:

  • Costituzione della Repubblica Italiana
  • La cremazione nel Regolamento di Polizia Mortuaria - Decreto del Presidente della Repubblica 10 settembre 1990, n.285, articoli 78 - 81;
  • Legge 30 Marzo 2001, n. 130 recante: "Disposizioni in materia di cremazione e dispersione delle ceneri";
  • Decreto Ministeriale del Ministero dell'interno 1 Luglio 2002 recante: “Determinazione delle tariffe per la cremazione dei cadaveri e per la conservazione o la dispersione delle ceneri nelle apposite aree cimiteriali”;
  • Decreto Ministeriale del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero della salute, 16 maggio 2006 recante: "Adeguamento delle tariffe per la cremazione dei cadaveri e per la conservazione o la dispersione delle ceneri nelle apposite aree cimiteriali";
  • Legge Regionale della Regione Lombardia 18 novembre 2003, n. 22.

Siamo oggi in presenza di una norma nazionale, la Legge 30 Marzo 2001, n. 130 e di numerose leggi regionali che creano confusione normativa; inoltre altre Regioni non hanno approvato una propria legge in materia, così come prevedeva la legge nazionale.

Questo legiferare delle Regioni ha reso le diverse normative regionali sempre più dissimili l'una dall'altra. Si sono così create assurde discriminazioni e disparità tra cittadini che vivono in uno stesso Paese, ma in differenti Regioni.