Testamento biologico

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT), il così detto Testamento Biologico consiste in una dichiarazione anticipata di volontà che consente al cittadino - nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali - di dare disposizioni riguardo a futuri trattamenti sanitari (spesso inutili terapie che hanno come unico risultato quello di procrastinare le sofferenze) nel caso in cui le proprie facoltà fossero annullate o ridotte.

 

Queste dichiarazioni devono essere vincolanti per il medico, se non in contrasto con la deontologia professionale e con le realistiche previsioni di cura.

 

Si tratta di un atto revocabile dal firmatario in qualsiasi momento e può prevedere la designazione di una persona di fiducia a cui affidare scelte che l'interessato non sarà più in grado di assumere.

 

Esso non ha ancora un riconoscimento giuridico nel nostro Paese. Compilare e tenere aggiornate le proprie DAT alleggerisce di molto il peso dell’impegno richiesto alla famiglia e ai curanti che dovranno prendere decisioni circa le cure di fine vita.

 

La Federazione Italiana per la Cremazione, che ormai da un secolo si batte per garantire l'auto-determinazione e la libertà di scelta di ogni persona, auspica il superamento della situazione di vuoto normativo

 

Nel frattempo ogni SOCREM raccoglie il testamento biologico per renderlo disponibile alla persona fiduciaria se e quando sarà necessario. Il pensiero cremazionista, di fronte ai progressi della tecnologia e della scienza medica - che possono mantenere in vita quelli che ormai sono solo dei corpi - sostiene che in ultima istanza ogni decisione deve essere saldamente nelle mani della persona interessata.

SOCREM Lodi si fa depositaria delle volontà dei propri iscritti e dei loro familiari, espresse attraverso un apposito modello di dichiarazione anticipata di volontà.