ficLa Federazione Italiana per la Cremazione (FIC) (Membro dell'Unione Cremazionista Europea) è l'associazione di promozione sociale che riunisce le Società di Cremazione (So.Crem.) attive nel nostro Paese.

 

Opera per il rispetto della dignità dell'uomo e del dolore dei congiunti, per l'osservanza della volontà della persona in relazione alle decisioni di fine vita e per l'ampliamento delle libertà individuali nell'ambito della dimensione sociale collettiva.

 

Il pensiero “cremazionista” intende rispondere razionalmente al bisogno di formulare riti e procedure allo scopo di prendere le distanze dalla morte, ma vuole anche proporre una simbolica alternativa al “ritorno alla terra” od all'ingenuo tentativo di “fermare il tempo”.
Intende orientare la direzione che porta al di là del confine del corpo non più verso il basso ma verso l'alto. Intende contribuire a reinterpretare nel modo più alto infatti il rapporto esistente tra corpo e natura, tra tempo e vita. Intende così delineare una più liberante distinzione tra l'ordine della materia e del tempo e quello che dalla materia e dal tempo si distingue, prescinde e viene separato, da ciò che nella memoria o, negli spazi dello spirito, la supera e le sopravvive.

 

Le Società per la Cremazione sono le eredi di un movimento nato nella seconda metà dell'Ottocento, le cui motivazioni sono ricercabili nel profondo rispetto della persona umana, nell'igienismo e nell'ecologia.

 

Le Società per la Cremazione, o più semplicemente So.Crem., nel nostro Paese sono oltre 40.

La pratica della cremazione è in Italia in costante crescita. Nel 2012 a fronte di 590.000 decessi sono state eseguite circa 91.500 cremazioni, con una incidenza percentuale che supera il 15%.

Gli impianti di cremazione in Italia sono una quarantina distribuiti, purtroppo, in modo non uniforme sul territorio. 

Utilizziamo solo cookies tecnici per rendere il nostro sito fruibile e funzionale